60o

Pellegrinaggio Militare
Internazionale Lourdes

17 — 21.05.2018

Statuti

STATUTI DELL'ASSOCIAZIONE PELLEGRINAGGIO MILITARE INTERNAZIONALE LOURDES (DELEGAZIONE SVIZZERA)

Articolo 1: Denominazione e sede dell'Associazione
1 L'Associazione Pellegrinaggio Militare Internazionale Lourdes (delegazione svizzera) (in seguito denominata "PMI" e Associazione") è un'associazione ai sensi dell'articolo 60 ss. del Codice civile svizzero (CCS).
2 La sua sede è a Berna.

Articolo 2: Scopo dell'Associazione
Scopo dell'Associazione è quello di unire in un'associazione di diritto, appartenenti dell'Esercito svizzero e della protezione della popolazione, in servizio e fuori servizio, di ogni grado, arma e unità, come pure i loro familiari, allo scopo di organizzare annualmente il pellegrinaggio militare a Lourdes e di assicurare così la presenza svizzera in seno al PMI.

Articolo 3: Condizioni di adesione all'Associazione
1 Possono diventare membri dell'Associazione tutte le persone e le organizzazioni interessate al PMI Lourdes.
2 Circa l'ammissione di ogni membro deciderà l'assemblea generale seguente alla domanda di adesione.

Articolo 4: Organi dell'Associazione
Gli organi dell'Associazione sono:
a. L'Assemblea generale
b. Il Comitato
c. I Revisori.

Articolo 5: Composizione del Comitato
1 Il Comitato si compone del capo delegazione (cappellano militare), del presidente e di un numero da tre a cinque membri.
2 Le diverse regioni linguistiche svizzere devono essere proporzionalmente rappresentate in Comitato.

Articolo 6: Elezione e durata del mandato del Comitato
1 Il diritto di elezione nel Comitato è concesso ad ogni membro dell'Associazione. Quale capo delegazione è eleggibile solo chi possa dimostrare di poter ottenere l'approvazione di competenza del capo del personale dell'Esercito.
2 Il Presidente e tutti gli altri membri del comitato sono eletti dall'Assemblea generale. La durata del mandato è di 2 anni, con possibilità di rielezione.
3 Il Comitato può procedere esso stesso con elezioni complementari; le dovrà comunque sottoporre alla prossima Assemblea generale per approvazione.

Articolo 7: Organizzazione del Comitato
1 Il Comitato distribuisce gli incarichi autonomamente sulla base dell'elenco dei compiti.
2 Il Presidente dirige il Comitato e lo rappresenta nei rapporti esterni.
3 Il Comitato designa i propri delegati alla Conferenza preparatoria internazionale.
4 Le sedute del Comitato sono convocate dal Presidente, a seconda delle necessità, o su istanza di uno dei membri del Comitato.
5 Il Presidente redige il rapporto sulle precedenti attività del PMI all'indirizzo dell'Assemblea generale.
6 Un membro del Comitato redige il verbale di tutte le discussioni e decisioni dell'Assemblea generale e delle sedute del Comitato.
7 Il Comitato può validamente deliberare qualora sia presente la metà più uno dei suoi membri.
8 In caso di parità di voto, è determinante il voto del presidente.
9 Il Comitato può, in caso di bisogno, formare gruppi di lavoro o far capo a consulenti esterni.

Articolo 8: Compiti del Comitato Il Comitato è incaricato di tutte le mansioni atte a garantire uno svolgimento ottimale del PMI ed in particolare:
a) della preparazione e conduzione del PMI Lourdes per la delegazione svizzera,
b) della promozione e pubblicità in favore del PMI,
c) della cura delle relazioni con la Direzione del PMI a Parigi,
d) delle cura delle relazioni con il capo del Personale dell'Esercito,
e) delle cura delle relazioni con le organizzazioni internazionali,
f) dell'informazione all'indirizzo dei membri sulle attività dell'Associazione.

Articolo 9: L'Assemblea generale
1 L'Assemblea generale dovrà aver luogo minimo ogni 2 anni e sarà, di regola, tenuta nel corso del mese di novembre, tenendo in considerazione le seguenti trattande all'ordine del giorno: designazione dei scrutatori, verbale, rapporto del Presidente, conti annuali, rapporto dei revisori, considerazioni in merito al prossimo PMI, preventivo, elezioni, proposte, eventuali.
2 La convocazione dovrà essere inviata a tutti i membri almeno 30 giorni prima della data di tenuta dell'Assemblea.
3 Proposte all'indirizzo dell'-Assemblea generale devono pervenire al Presidente, in forma scritta e motivata, al più tardi due settimane prima dell'-Assemblea. 4 L'Assemblea generale decide, per gli oggetti di sua competenza, a maggioranza semplice dei membri presenti e con diritto di voto; salvo lo scioglimento dell'Associazione (cfr. articolo 13).

Articolo 10: Finanze
1 I membri sono tenuti a pagare una quota sociale, stabilita dall'Assemblea generale.
2 Il finanziamento dell'Associazione è assicurato:
a. dalle quote dei membri,
b. da contributi o donazioni,
c. dagli avanzi risultanti da precedenti edizioni del PMI + avanzi da eventuali ulteriori manifestazioni.
3 Per i suoi obblighi l'Asso-ciazione risponde esclusiva-mente con il proprio patrimonio.
4 Il Comitato dispone entro i limiti del patrimonio dell'Associazione.
5 In occasione di eventi e manifestazioni particolari, dovranno essere tenuti conteggi separati. Gli stessi dovranno pure sottoposti all'esame dei Revisori dell'Associazione.
6 L'esercizio contabile dell'Associazione chiude annualmente al 31 agosto.

Articolo 11: Revisione dei conti
1 I revisori sono designati dall'Assemblea generale. La durata del loro mandato è di 2 anni, con possibilità di rielezione.
2 I revisori procedono alla verifica dei conti annuali, dei conteggi delle diverse manifestazioni e della tenuta della contabilità.
3 Sull'esito delle verifiche i revisori redigono un rapporto scritto all'indirizzo ell'Assemblea generale.

Articolo 12: Modifica degli statuti
1 Le proposte di modifica degli statuti vengono allestite dal Comitato che le dovrà sottoporre all'Assemblea generale per approvazione.
2 Ad ogni membro dell'Associazione è data facoltà di proporre modifiche agli statuti (conformemente all'articolo 9). Tali proposte dovranno essere consegnate al Presidente, entro il termine di tre mesi prima della tenuta dell'Assemblea generale.
3 Le proposte di revisione degli statuti dovranno essere adeguatamente menzionate nell'avviso di convocazione dell'Assemblea generale.

Articolo 13: Scioglimento dell'Associazione
1 Lo scioglimento dell'Associazione può essere deciso, con approvazione della maggioranza dei due terzi degli aventi diritto di voto.
2 In caso di scioglimento dell'Associazione, il patrimonio dovrà essere depositato presso il Caposervizio cappellani militari (cattolici) dell'Esercito da devolvere ad un'eventuale futura analoga organizzazione.

Articolo 14:

Gli statuti sono stati approvati dall'Assemblea costitutiva del 27 maggio 2000 a Lourdes e, le revisioni, dall’Assemblea generale del 28.11.2004 a Locarno e del 15.11.2014 a Bethanien.

 

In caso di disaccordo sulle versioni di testo degli statuti (tedesco/francese/italiano), prevale il testo originale in tedesco.



Scarica gli statuti in formato PDF

(tedesco / francese / italiano )